Calendario degli eroi: 26 aprile – Juan José Gerardi Conedera

Città del Guatemala, 26 Aprile 1998. Juan José Gerardi Conedera viene ucciso così brutalmente che soltanto l’anello pastorale ne permetterà l’identificazione. Appena due giorni prima aveva presentato il rapporto Guatemala, nunca mas, nel quale si indicavano l’esercito e il governo del paese come responsabili di crimini contro l’umanità. I numeri raccontano di 150mila guatemaltechi uccisi, 50mila desaparecidos e 1 milione di esiliati e rifugiati.

Il vescovo è già sopravvissuto a un attentato, ma non per questo ha smesso di schierarsi apertamente dalla parte dei più deboli, denunciando le violazioni dei diritti umani e condannando i poteri forti, colpevoli di innumerevoli atrocità ma sempre in grado di giovarsi dell’impunità. Il documento Guatemala, nunca mas ricostruisce una storia terribile nel tentativo di mantenere viva la memoria di quanto successo in 36 anni di violenze e mette a nudo i meccanismi dell’orrore.

Se ancora oggi in Guatemala si domanda alla gente perché Juan José Gerardi Conedera è stato ucciso, la risposta è unanime. Perché diceva la verità.

Questa voce è stata pubblicata in calendario degli eroi, latinoamericana e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...