Piccola storia con morale sciagurata

Nel corridoio del primo piano, quasi davanti alla mia classe, c’è uno di quei frigoriferi che dispensano bibite e merendine di tutti i tipi. Il fatto che in una scuola elementare possa starsene lì in bella mostra è un’opportunità tutta da dimostrare. Personalmente lo ritengo aberrante, ma non è di questo che vorrei parlare. Vorrei raccontare invece che ieri il frigorifero si è rotto. Per un guaio elettrico è andato in blocco. Continua a leggere

Pubblicato in diario, scuola | Contrassegnato , , | 4 commenti

Educare alla libertà

C’è un equivoco che cammina tra i banchi delle nostre scuole. L’idea che educare alla libertà significhi insegnare la disubbidienza. Non sono pochi a crederlo. Ma non è così. Si tratta di un errore che molti perpetuano rimanendo attaccati a brandelli di vecchie superstizioni. Uno sbaglio che spesso si commette per disattenzione, talvolta per pigrizia, quasi sempre per paura. Che la scuola educhi alla libertà è allora tante volte un miraggio. Continua a leggere

Pubblicato in colonna sonora, scuola | Contrassegnato , , , , , | 5 commenti

La dittatura del correre e l’elogio del perdere tempo

vecchio-orologioPer attraversare l’oceano tra l’Europa e l’America nella seconda metà dell’800 due settimane potevano anche non bastare. Del resto un viaggio da Roma a Milano era già un’odissea. Una lettera viaggiava alla velocità di una lumaca, ma la corrispondenza (con l’eccezione del telegrafo) era ancora l’unico modo per comunicare con chi era lontano. Figuriamoci il tempo che serviva se dovevi aspettare una risposta. Continua a leggere

Pubblicato in frutta mista | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti

Calendario degli eroi: 3 marzo – Berta Cáceres

berta-caceresLa Esperanza. Berta Cáceres viene uccisa il 3 marzo del 2016 perché combatte per i diritti delle popolazioni native in Honduras e rappresenta una pietra d’inciampo fondamentale nella vittoriosa lotta contro la realizzazione del complesso idroelettrico Agua Zarca, previsto sul Rio Gualcarque grazie all’intesa tra la compagnia honduregna Desa e quella cinese Sinohydro. L’esercito possiede una lista di 18 difensori dei diritti umani da uccidere ed il mio è il primo nome. Continua a leggere

Pubblicato in calendario degli eroi, latinoamericana | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Imprenditori e scuola

scarpaPaolo Galassi, presidente dell’associazione delle piccole e medie imprese, commentando quest’anno il gran numero di iscrizioni a favore del liceo classico ha detto che, di questo passo, “avremo tanti che sanno il latino ma non sanno fare un prodotto. Dimostrarsi così bravi a confezionare qualcosa, tanto da essere nominato presidente di tutti i produttori, evidentemente non mette al riparo dalla sventura di pensare e dire idiozie. Continua a leggere

Pubblicato in scuola | Contrassegnato , , | 8 commenti

Calendario degli eroi: 5 febbraio – Gregorio Jiménez de la Cruz

gregorio-jimenez-de-la-cruzSe mi succede qualcosa lascio a voi il compito di combattere al posto mio. Sono queste le parole che Gregorio Jiménez de la Cruz dice a un amico, come fosse un testamento, qualche giorno prima del 5 febbraio 2014, quando un gruppo di uomini armati e mascherati entrerà in casa del giornalista messicano per portarlo via, davanti agli occhi dei suoi familiari. Verrà trovato morto qualche giorno dopo in una fossa comune. Continua a leggere

Pubblicato in calendario degli eroi, latinoamericana | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Se i bambini litigano

litigareQualche giorno fa A, K e G si sono messi a litigare in cortile. Sono volate brutte parole. Il fatto di essere ormai una piccola comunità fa sì che ogni bambino conosca i punti deboli degli altri. Tutti e tre sapevano bene dove andare a colpire per ferirsi di più. Le parole dei bambini sanno tagliare come quelle dei grandi. Allora siamo tornati in classe. A ragionare su quello che era successo. Continua a leggere

Pubblicato in diario, scuola | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Manifesti o nascosti?

manifesto-fedeliIl ministro dell’istruzione Valeria Fedeli si è lamentata dei manifesti che in questi giorni tappezzano Roma. Chi li ha fatti non ha neppure il coraggio di firmarsi dice la Fedeli. Ministro, questa volta forse ha ragione. Non è più il tempo delle pasquinate. Ma una verità celata è davvero peggio delle sue bugie ostentate? Per quanto riguarda i manifesti facciamo così. La firma ce la metto io. Flavio Maracchia.

Pubblicato in scuola | Contrassegnato , , | 7 commenti

Parole e bambini

banksy-park-ingBene e bello saranno anche parole che dovrei tenere in considerazione, se non altro perché sono il contrario di male e brutto, però a me non piacciono lo stesso. Non mi piacciono per tutte le volte che chiedo a un bambino come sono andate le vacanze? Com’era il film? e mi sento rispondere bene, oppure bello, come se quelle fossero risposte, mentre invece sono piuttosto porte che si chiudono. Continua a leggere

Pubblicato in frutta mista, scuola | Contrassegnato , , | 9 commenti

Calendario degli eroi: 2 gennaio – José Moisés Sánchez Cerezo

sanchez-cerezo-e-vegliaIn Messico è in corso una mattanza, ma il mondo tace. A cercare certe notizie si fa fatica. Del resto se nel passato la comunità internazionale è stata capace di rimanere muta davanti agli orrori di tante dittature latinoamericane, figuriamoci adesso. Il Messico è formalmente uno stato democratico, dichiaratamente cattolico, satellite subordinato alla politica degli Stati Uniti. Non sono fattori trascurabili. Di sicuro bastano per continuare a far finta di niente. Continua a leggere

Pubblicato in calendario degli eroi, latinoamericana | Contrassegnato , , | 4 commenti